.

sono fatta di terra e di pietre di erba di alberi e corsi d’acqua.. sono fatta di corse d’estate di risa e ginocchia sbucciate..
Caro amico ti scrivo [sbroccata]
post pubblicato in Sbroccata, il 25 novembre 2009


... così mi distraggo un po'... e siccome sei molto lontano più forte ti scriverò...

Sono tornata per dire che sto periodo mi fa tazza, il tempo grigio senza pioggia mi deprime e devo fare cante di quelle cose controvoglia che non so da che parte cominciare.
Però ieri ho ricevuto una piantina.
Un giacinto.
Sembrava una cipolla con due o tre foglioline spesse e lucide, ma la mia amica ha detto che quando sboccerà il fiore sarà bellissimo e profumatissimo!
Bingo!
Vedo già i becchini arrampicarsi alla finestra per farle la festa!




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. funerali amicizia regalo pianta giacinto

permalink | inviato da kiki il 25/11/2009 alle 19:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Emergency in lutto . . . [Sbroccata]
post pubblicato in Sbroccata, il 4 settembre 2009


Prima la notizia al tg3, poi la newsletter di Emergency. Uso le loro parole perchè non saprei trovarne di migliori. Allucinante come la vita sia perfida con chi più si dà da fare per il prossimo.

"
Dopo avere insieme condiviso per quindici anni il tempo dell'amicizia, del rispetto per la vita e per la sofferenza di tutti, dopo il lungo tempo di affetto, di speranze, di timore per la sua sorte personale, Emergency annuncia la morte della sua presidente Teresa Sarti Strada.

Con la stessa apertura e con la stessa semplicità che aveva voluto per la vita di Emergency, Teresa ha accettato anche in questi suoi ultimi giorni la vicinanza di tutti coloro che hanno voluto esserle accanto.

La serenità consapevole con la quale è andata incontro alla conclusione del suo tempo ha espresso il coraggio e la determinazione che rappresentano la verità della nostra azione in un'attività che ha dato senso alla sua e alla nostra esistenza. La dolcezza del ricordo coincide per noi con il rinnovo del nostro impegno per la pace e per la solidarietà.

 

EMERGENCY

 

La camera ardente di Teresa Sarti Strada verrà aperta per tutta la giornata alle 9.00 di sabato 5 settembre presso l'Arena Civica di Milano, all'entrata della sala Alessi, in via Byron 2. Una cerimonia di commemorazione si terrà alle 17 nello spazio antistante l'ingresso principale della stessa Arena Civica, sempre in via Byron 2."


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. emergency teresa sarti moglie di gino strada

permalink | inviato da kiki il 4/9/2009 alle 13:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Amministratore o Moderatore di Flickr [sollazzati lo sguardo]
post pubblicato in Sollazzati lo sguardo, il 22 luglio 2009


Che divertente! Mi sto accorgendo che nei gruppi di Flickr dove sono amministratore o moderatore approvo tutte foto che sono in linea con le regole del gruppo, o quasi.. in realtà ogni tanto nego la condivisione a quelle che mi fanno un po' tazza!
Sssssht, meglio che non si sappia in giro! :P

Stato catatonico [sollazzati lo sguardo]
post pubblicato in Sollazzati lo sguardo, il 21 luglio 2009


Quando i pensieri si fanno liquidi e si sciolgono ancora prima di prendere forma, ecco che tu non ti accorgi del tempo che scorre, semplicemente fai quello che devi fare e ti lasci trasportare dal fiume delle parole non dette. E ti va anche fatta bene, perchè rimani in questo stato catatonico che ti libera dal nervosismo e rivitalizza la tua pazienza.
Devo stare attenta però, perchè come suggerisce Coelho in "Sono come il fiume che scorre": "così come la brace, per quanto brillante, lontano dal fuoco si estingue rapidamente, anche l'uomo, lontano dai suoi simili, per quanto intelligente sia, non riuscirà a conservare il proprio calore e la propria fiamma".



thanks to "Gnshksvr", deviantArt.com

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. stato catatonico coelho

permalink | inviato da kiki il 21/7/2009 alle 14:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Umore del giorno [sbroccata]
post pubblicato in Sbroccata, il 19 luglio 2009



Milano // Stazione // Scendere dal lato opposto

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. umore del giorno scendere dal lato opposto

permalink | inviato da kiki il 19/7/2009 alle 16:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
E il cuore ti fa bum [schizzi e schiribizzi]
post pubblicato in SChiZzi e ScHiRibiZzi, il 25 giugno 2009


Il più bello dei mari
[1942 - Nazim Hikmet]

 

Il più bello dei mari

è quello che non navigammo.

 

Il più bello dei nostri figli

non è ancora cresciuto.

 

I più belli dei nostri giorni

non li abbiamo ancora vissuti.

 

E quello che vorrei dirti di più bello

non te l'ho ancora detto.


Chi è Nazim Hikmet?

Nazim Hikmet (Nâzim Hikmet Ran) nasce a Salonicco nel 1902 da Hikmet bey, capo dell'ufficio stampa del governo turco e dalla bellissima e molto colta pittrice Aiscé Jelilé.
Il primo contatto di Hikmet con la poesia avvenne grazie al nonno paterno, egli infatti oltre che pascià e governatore di varie province, era anche scrittore e poeta in lingua ottomana, vale a dire in una lingua, come scrive Hikmet stesso, in cui la maggior parte delle parole erano arabe o persiane.
Studiò per un breve periodo nel liceo francese di Galatasaray (Istanbul), poi anche nell'Accademia della Marina militare che però dovette abbandonare per ragioni di salute; scappò in Anatolia, dove si svolgeva la guerra di liberazione guidata dal nazionalista Atatürk (Mustafà Kemal) e qui fece il maestro di scuola a Bolu.
Nel 1921, a soli diciannove anni, lasciò il partito kemalista. Aveva scoperto i testi di Marx e la rivoluzione sovietica dai quali rimase affascinato, decise di emigrare: andò a Mosca e si iscrisse all'Università comunista dei lavoratori d'Oriente alla facoltà di sociologià.
In questo periodo Hikmet conobbe Lenin, incontrò Esenin e Majakovskij continuando sempre a frequentare l'università.
Tornato in patria nel 1924 dovette scappare appena un anno dopo, quando fu arrestato e accusato di collaborare con una rivista di sinistra.
Tornò in Turchia solo nel 1928, senza visto, scrisse articoli, scenari ed altri scritti. Fu condannato alla prigione per il suo ritorno irregolare ma gli fù concessa l’amistia nel 1935. Nel 1938 fu condannato dal governo turco, fortemente anticomunista, a 28 anni e 4 mesi di prigione per le sue attività antinaziste e antifranchiste. Nel 1949 si creò una commissione che si battè per la liberazione di Hikmet, di questa facevano parte, tra gli altri, Pablo Picasso, Paul Robeson, Jean Paul Sartre, un anno dopo venne liberato..
Si sposò con Münevver Andaç, una traduttrice in francese e polacco. A causa delle forti pressioni da parte del governo fu costretto a ritornare in Unione Sovietica. La moglie e il figlio però non poterono seguirlo.
Nel 1959 perde la cittadinanza turca e sceglie di diventare cittadino polacco.
Ha un secondo attacco di cuore, ma nonostante le sue condizioni di salute continua a lavorare duramente, visitando non solo l’Europa dell’Est ma Roma, Parigi, L’Avana (1961), Pechino.
Nazim Hikmet muore a Mosca il 3 giugno 1963 colpito da un infarto.
Nel 2002 a cento anni dalla sua nascita, a seguito anche alla petizione firmata da oltre mezzo milione di cittadini turchi, il governo turco ha deciso di ridare a Nazim Hikmet la cittadinanza turca toltagli nel 1951.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. poesia nazim hikmet il più bello dei mari

permalink | inviato da kiki il 25/6/2009 alle 16:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
Tanto gentil e tanto onesta pare [sbroccata]
post pubblicato in Sbroccata, il 5 maggio 2009


Tanto gentil e tanto onesta pare
la donna mia quand'ella altrui saluta,
ch'ogne lingua deven tremando muta,
e li occhi no l'ardiscon di guardare.

Che meraviglia avere 25 anni.
Sprizzi salute da tutti i pori,
il tuo lavoro non è per niente stancante ed è ben remunerato,
il tuo futuro prevede qualche lontano parente sconosciuto che decide di regalarti una casa e uno squasso di soldi per arredarla,
il tuo paese ti offre mille opportunità per vivere serena e in pace con te stessa.
Quando poi ha una vena sarcastica come la mia, puoi veramente staccarti le braccia per baciarti i gomiti.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. la salute vien mangiando o solo la fame?

permalink | inviato da kiki il 5/5/2009 alle 17:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
W la gradua, graduaaaa... la graduatoria! [SAS]
post pubblicato in S.A.S., il 28 aprile 2009


Nelle due ore buche oggi sono andata in Cgil a farmi aiutare a compilare l'aggiornamento della mia posizione in graduatoria per questi due anni di lavoro.... Polleggio assoluto delle due tipozze e, meraviglia delle meraviglie, ad ogni domanda che facevo alla signora che doveva aiutare me corrispondeva sempre un " ...'spetta che chiediamo alla mia collega eh..."....

:o/ mah!
Non ci sono più le mezze stagioni [spigolature]
post pubblicato in Spigolature, il 23 aprile 2009


Esci la mattina con voglia di sole, ma piove.
Arrivi nei pressi del lavoro, parcheggi, raccogli armi e bagagli, ma inizia a catinellare acqua a spron battuto.
Aspetti che smetta, non passano più di cinque minuti e pioviggina soltanto.
Passa la mattinata, c'è il sole e fa un caldo porco.
Ti penti di aver indossato il giubbotto pesante, perchè ingenuamente speri che quel cielo terso rimanga tale fino a sera.
Col cazzo.
Alle 14.19 posso confermare che non solo ora è nuovamente grigio, ma il vento soffia, sibila e fa sbattere la mia tapparella come se ci fosse una gara di fantasmi.


Ora, è vero che non ci sono più le mezze stagioni, ma anche alternarne quattro ogni cinque minuti è da lunatici veramente! Che mal di testa!

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. meteo

permalink | inviato da kiki il 23/4/2009 alle 14:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
Ho perso le parole [sollazzati lo sguardo]
post pubblicato in Sollazzati lo sguardo, il 17 aprile 2009



Pensieri

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. flickr kiki-follettosa pensieri

permalink | inviato da kiki il 17/4/2009 alle 17:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
Sfoglia settembre       
il mio profilo
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario